Testatina
Portapane ovale in ceramica e legno - Continenta
€ 84,50
€ 72,00

Pratico ed elegante. Portapane ovale in ceramica con coperchio in legno e speciali buchi di areazione per mantenere semp...

CENNI STORICI


Mainardo Il avrebbe voluto somigliare al grande imperatore Federico II, deceduto improvvisamente nel 1250. E quando morì anche il figlio di questi, Corrado IV (1254), Mainardo fece di tutto per sposarne la vedova. Le nozze furono celebrate il 5 ottobre 1259. Quello stesso anno, come segno della propria ascesa, faceva coniare a Merano una delle prime monete della contea. In queste si trova impressa, da un lato, una bella aquila, guarda caso, identica a quella degli augustales di Federico Il (Messina 1231). Col predetto matrimonio si metteva in moto un complesso meccanismo che avrebbe potuto portare a risolvere certi problemi della sposa, Elisabetta di Baviera, e del conte tirolese. La prima trovava utile il pragmatismo del marito ai fini del recupero del regno di Sicilia, al quale legittimamente aspirava il figlio Corradino; il secondo guardava ai possedimenti degli Hoenstaufen nella valle dell'Inn, oltre che nelle valli Venosta e Passiria. Ma Corradino fu decapitato nella piazza del mercato di Napoli nel 1268 dopo essere stato proditoriamente battuto a Tagliacozzo da quella peste di Carlo d'Angiò, aiutato dal papa del tempo. E così la sia pur larvale speranza, di mettere il naso nel bel mezzo del Mediterraneo, svaniva definitivamente. Tuttavia Mainardo, sfruttando altre cbances, si adoperò con ogni mezzo possibile per accrescere la propria potenza. Purtroppo il suo forte stato non ebbe lunga vita. La morte del conte (1295) inaugurò una convulsa disputa fra varie monarchie europee, con in testa il casato degli Asburgo, per il controllo dei territori posti nella zona delle Alpi centro-orientali. Trentacinque anni più tardi rimaneva erede della signoria soltanto una nipote di Mainardo, Margarete del Tirolo, soprannominata "Maultasch" (Bocca a tasca). La memoria popolare la descrive come un capo di stato abile ma crudele, oltre che donna dagli amori intensi e spregiudicati. Dicono che tenesse molto al proprio buon nome e, per non alimentare malignità sul proprio conto, dopo ogni incontro faceva trucidare i suoi amanti. Ma forse è solo una leggenda. Personaggi simili sono stati descritti in ogni tempo e in ogni paese, come la romana Poppea o Giovanna la Pazza. A parte tutto, il suo matrimonio con Johannes Heinrich del Lussemburgo veniva osteggiato da molti, tanto che ad un certo momento finì con Il essere dichiarato nullo. Sottoposta a pressioni d'ogni sorta la povera Margarete, anche per mancanza di eredi, nel 1363 decideva di rinunciare a tutti i suoi diritti e a lasciare campo libero al duca Rudolf IV d'Asburgo. 1 territori tirolesi passavano così alla casa d'Austria che poteva finalmente collegare fra loro i vasti possedimenti compresi nella parte meridionale dell'impero germanico.

Home
Italiano
Deutsch
Scrivici
Impressum
Privacy
Casanova

Blauburgunder DOC 2015 Muri-Gries

€ 11,33
€ 10,30

Pantofole Magicfelt La leggera (unisex)

€ 59,90
€ 49,00

Loden Wudele corto sfoderato (uomo)

€ 526,00
€ 447,00