Testatina

Trafoi – Fontane Sante

Cartina Trafoi – Fontane Sante
Kompass Cartina Kompass 636

Difficoltà: facile
Durata e Lunghezza: 3 km
Dislivello: 40 m
Indicazioni per l'estate: l'itinerario si adatta ad una escursione con il passeggino anche nel periodo estivo

I piedi delle grandi montagne hanno sempre qualcosa di sacro. La mitologia delle grandi vette ha probabilmente contribuito a far sorgere il paesino di Trafoi ed è difficile capire se sia sorto prima il paese o il luogo di pellegrinaggio. Le tre sacre sorgenti forse scorrono da sempre o forse, come vuole la leggenda, sono letteralmente sgorgate in braccio al contadino che casualmente si è trovato a vagare nei pressi di questa radura disegnata dalla linea effimera della foresta. Passeggiare in questa valle è un po' come lasciare il tempo, sospendere se stessi sopra le mediocrità del quotidiano e assaporare i colori e l'aria cristallina delle alte montagne. L'Ortles è cosi incombente da nascondersi quasi alla vista, ma la sua aurea è percepibile, tangibile, afferrabile da chiunque, grandi e piccini. Anche la vicinanza della statale dello Stelvio sfuma nel silenzio (d'inverno il passo più alto d'Italia è chiuso al traffico) e quando il cielo odora di neve i nostri sensi non sembrano catturare altro che cristalli, fiocchi e leggere brezze portate dagli alberi.
Dalla chiesa parrocchiale di Trafoi si imbocca la via che, mantenendosi più bassa, verso il campeggio, costeggia la statale dello Stelvio. Tenendo la sinistra, si percorre una stradina in piano (d'estate su asfalto) che conduce alla scuola di polizia per poi superare il torrente di Trafoi, fino ad inoltrarsi nel bosco. La chiesetta, meta della nostra passeggiata, si trova sulla sponda opposta e viene raggiunta attraversando il torrente su un secondo ponticello. Chi volesse ammirare l'immagine votiva della Madonna che d'estate costituisce la principale attrattiva per i pellegrini, dovrà tornare in paese in quanto il quadro, d'inverno, viene conservato nella chiesa parrocchiale.
La chiesetta è affiancata dai resti di un antico eremo e dalle tre sacre sorgenti sgorganti dal petto delle statue del Cristo, della Madonna e di San Giovanni.
Il ritorno avviene seguendo il segnavia no. 9 che, ad anello, compie una traversata della testata della valle di Trafoi, riconducendo alla scuola di Polizia e di qui al punto di partenza.


Testi: A. Fichera

Home
Italiano
Deutsch
Scrivici
Listino prezzi
Impressum
Privacy
Casanova