Testatina

Il laghetto di Fiè

I bambini sono stanchi di arrampicate in alta montagna? Non è grave. E l'alternativa è presto trovata. Lasciate a casa per un giorno gli scarponi da trekking e l'abbigliamento pesante da alta montagna e tuffatevi nelle fresche acque del laghetto di montagna più suggestivo e ricco di attrazioni dell'Alto Adige.

Raggiungere il laghetto di Fiè è molto semplice. Lungo la strada che da Fiè va verso Siusi, si lascia l'auto in un parcheggio segnalato e da lì, in dieci minuti, si raggiunge l'incantevole laghetto. Non farete in tempo ad arrivare che i vostri bambini avranno già lasciato gli abiti sul pontile di legno per correre ad “assaggiare” l'acqua. Che calda non è… Ma con un po' di abitudine e qualche tentativo, anche i più freddolosi riusciranno a tuffarsi. Se il bagno proprio non fa per voi, o se la stagione ancora non lo consente, potete affittare le barchette a remi nel vicino bar e percorrere il lago in tutta la sua lunghezza. Stanchi anche di remare? Lasciate il comando della barca ai bambini. A loro piacerà molto sentirsi “capitani” per un giorno. Il laghetto di Fiè non è solo una splendida attrazione nei mesi estivi. Quando la neve lo ricopre a sufficienza e le temperature si fanno molto rigide, lo specchio d'acqua si trasforma in una liscia pista di pattinaggio sul ghiaccio. Oppure diventa luogo di avvincenti sfide con i birilli da ghiaccio.

La curiosità: Il laghetto non è di origine naturale. Fu realizzato nel 1500 da Leonardo di Vols-Colonna, capitano del Tirolo, per permettere agli abitanti del posto di pescare, attività che oggi nel laghetto è severamente vietata.
Per info: Associazione Turistica di Fiè, Tel. 0039 0471 725047.
Noleggio barche a remi: 3,50 Euro per mezz'ora.


Foto: Associazione Turistica Fie allo Sciliar.

Home
Italiano
Deutsch
Scrivici
Listino prezzi
Impressum
Privacy
Casanova