Testatina
Bici elettrica pieghevole Dahon Ikon ED8 TranzX - 20”
€ 2.099,00
€ 1.759,00

Telaio: pieghevole in Alu "IKON ED8" Forcella: rigida Cambio: Neos 8 velocità Cerchi: Dahon, Alu Freni: Alu V-Brake Moz...

chiudi

Salite dell'Alto Adige: Passo Furcia

altimetria

Km % media % massima
8,00 7,72 17,00
Quota iniziale Quota finale Dislivello
1.150 1.768 618

Mappa percorso
Cartina Kompass 045

Per visionare l'itinerario clickate con il mouse sopra la cartina e trascinatela nella direzione desiderata.

Giudizio su questo itinerario: stelle

La scalata del Passo di Furcia è per eccellenza la scalata ciclistica per i degustatori dell'Alto Adige. A cavallo tra la più ladina delle valli sudtirolesi e la Val Pusteria, rinomata anche tra i locali per l'allegria e la cordialità delle sue genti, la strada penetra in territorio dolomitico, ma regala allo stesso tempo vedute magnifiche sulle maestose montagne di ghiaccio e neve della cresta di confine con l'Austria.
Partendo da Valdaora ci si lascia alle spalle il traffico automobilistico della Pusteria, per affrontare una strada che, anche in stagione avanzata, non è quasi mai assediata da grandi flussi turistici. Le prime pedalate sono leggere, tanto per dare il tempo di assaporare i campi coltivati e sciogliere i muscoli prima di lanciare raggi, copertoncini e manubrio verso la salita che dalla frazione di Rio Molino (1.080 m) punta verso S e SW mantenendosi entro il 6% (Km 2 km dalla partenza). Qui si attacca il primo gruppo di tornanti con cui, superando pendenze intorno all'8%, si guadagna quota 1.272 m nel 4° tornante presso l'Alpin Panorama Hotel Hubertus (Km 3,4).
Si prosegue lungo un tratto quasi rettilineo di 850 m che, con pendenze intorno al 9,5%, raggiunge una curva sinistrorsa con cui si attraversa una breve fascia boscosa ed il torrente. La pendenza ora torna al 6% e dopo avere passato un abitato si attraversano nuovamente vasti prati sospesi sopra la Val Pusteria per raggiungere, dopo altri 1,4 km, una nuova serie di 4 tornanti che è necessario affrontare con grinta (1Km con pendenza al 12% con punte al 15%). Seguono 2,3 Km in cui tirare il fiato e respirare ampie vedute, prima di rientrare nel bosco umido di abeti, larici e licheni barbuti che pendono dalle fronde, e attaccare gli ultimi 3 tornanti prima della meta. L'asfalto torna ad arrancare verso il passo con pendenze del 10-11% per poi compiere un’ampia virata verso ovest (7-8%) attraverso un bosco sempre più rado in cui il sole, d'estate, si fa sentire nonostante la quota. Infatti, in prossimità del bacino artificiale ci si trova già sulla sommità di Passo Furcia a quota 1.789 m, pronti a godere del panorama, di un rinfresco, oppure a buttarsi giù in picchiata sul lato della Val Badia e magari chiudere ad anello il Plan de Corones, per tornare a Valdaora attraverso San Lorenzo di Sebato e Brunico.

Vota questa salita
stella
stellastella
stellastellastella
stellastellastellastella
stellastellastellastellastella

Home
Italiano
Deutsch
Scrivici
Impressum
Privacy
Casanova

Valigia porta ciclo Scicon AeroTech Evolution TSA

€ 899,00
€ 737,00

Pantalone lungo Staff Jersey unisex

€ 35,50

Kit batteria FastClick 2.0 Ah Lupine

€ 98,00