Testatina
Zaino Lowe Alpine Cerro Torre 75:100
€ 269,95
€ 229,00

Zaino di grande capacità ideale per spedizioni e trekking impegnativi. Con i suoi 30 anni di evoluzione è diventato orma...

Dove dormire
Shopping
Appuntamenti
Gastronomia
Mostre fotografiche

Verso il Rifugio Puez

Cartina Kompass 616

Per visionare il comprensorio clickate con il mouse sopra la cartina e trascinatela nella direzione desiderata.


Oltre gli altopiani di Puez e La Gardenaccia

Giudizio su questo itinerario: stelle

Punto di partenza: stazione a monte del Col-Pradat (2020 mt.)
Itinerario a prima vista: Col-Pradat – Lago di Campaccio - Forcella Ciampai -Rifugio Puez – altopiano del Puez – Forcella Sassongher - Capanna Edelweiss - Colfosco.
Dislivello: 970 mt.
Punto più elevato: Forcella Juel, circa 2580 mt.
Ore di cammino: 4 ore e 1/2 - 5 ore
Lunghezza del percorso: circa 10 chilometri
Difficoltà: medio-difficile
Consigli ed indicazioni utili: escursione particolarmente impegnativa, che richiede l’assoluta mancanza di vertigini, un passo sicuro e buone condizioni fisiche. Il vasto paesaggio dell’altopiano di Puez è di una bellezza classica e rigorosa, che invita subito al riposo dal momento in cui s’intravedono le verdi doline con il Rifugio Puez. A sud si può ammirare la grandiosa bellezza del Gruppo del Sella.
Descrizione dell’itinerario: da Colfosco (1645 mt.) saliamo con la seggiovia del Col Pradat alla stazione a monte (2020 mt.; possibilità di ristoro); da qui proseguiamo in direzione nord verso una sella montana, per continuare poi sul sentiero numero 4 attraverso i pendii di pini mughi: sullo sfondo la Valle Edelweiss. Qui, passando accanto ad un’antica icona cattolica, attraversiamo la valle, per salire verso l’ormai asciutto Lago di Campaccio (2173 mt.). Grazie a vari tornanti saliamo ancora fino alla Forcella Ciampai (2366 mt.), per poi svoltare a destra (sentiero 2 o 4) e attraversare una gola tramite la quale si giunge all’altopiano del Puez. Dopo aver attraversato l’altopiano, ci dirigiamo in direzione nord fino alla seguente biforcazione, dove svolteremo a sinistra per giungere al Rifugio Puez (2475 mt.; aperto solo d’estate); dal Col Pradat 2 ore. Dopo esserci riposati e rifocillati, ritorniamo alla biforcazione precedente, per seguire il sentiero numero 5 (inizialmente anche il sentiero numero 15) e attraversare la piana del Puez in direzione sud-est fino ad un'altra biforcazione. A destra si giunge ad una nuova biforcazione, dove prenderemo nuovamente la destra, per risalire il sassoso pendio fino alla forcella nel crinale della Val Scura (circa 2580 mt.). Ora scendiamo su un ripido canalone verso la Val Scura, per procedere sul sentiero numero 7 in direzione della Forcella Sassongher (2435 mt.; da qui i più esperti possono conquistare il Sassongher in 1 ora e mezza). Su un sentiero piuttosto esposto (numero 7) si scendono i ripidi pendii in direzione ovest fino alla Valle Edelweiss. Giunti a destinazione, si scende il sentiero 4 fino al Rifugio Edelweiss (1824 mt.; gestita). Sulla strada si giunge nuovamente a Colfosco.
Cartine geografiche: Freytag & Berndt, foglio S 5 (Cortina - Marmolada - Ortisei); Kompass, foglio 59 (gruppo del Sella).

Vota questa salita
stella
stellastella
stellastellastella
stellastellastellastella
stellastellastellastellastella

Home
Italiano
Deutsch
Scrivici
Impressum
Privacy
Casanova

Saccoletto Valandré Grasshopper 400

€ 250,00
€ 212,00

Reggiseno Odlo Sports Bra Padded High

€ 60,00
€ 50,00

Zaino Blaser di pelle in alce

€ 513,00
€ 436,00