Testatina
Piumino Daunex 3 punti di calore Anallergico Softballs Medium
€ 120,00
€ 108,00

Lavabile ad alte temperature (60 gradi). ╚ un piumino certificato Oeko Tex, il cui tessuto Ŕ privo di sostanze chimiche ...

Dove dormire
Shopping
Appuntamenti
Gastronomia
Mostre fotografiche

Alpe di Siusi – Giro della Bullaccia

Kompass Cartina Kompass 067

Variante 1
Difficoltà: facile
Durata e lunghezza: 1h 30'; 3 km a/r
Dislivello: inferiore ai 100 m
Indicazioni per l'estate: l'itinerario si adatta ad una escursione con il passeggino anche nel periodo estivo

Variante 2
Difficoltà: media
Durata e lunghezza: anello 3h; 5 Km
Dislivello: ca. 150 m
Indicazioni per l'estate: per un breve tratto, nei pressi delle Panche delle Streghe, il sentiero risulta scomodo ai passeggini (circa 100 m) ma in ogni caso percorribile

C'è chi storce il naso a sentir parlare di Alpe di Siusi – troppo gettonata e frequentata – ma si dimentica che dire Alpe di Siusi equivale a dire “Oceano Pacifico” degli alpeggi, trattandosi del più grande pascolo alpino alla quota di 1.800 – 2.100 metri. Non sarà necessario percorrere i sentieri battuti da tutti perché l'Alpe tiene in serbo angoli meno conosciuti e frequentati, come ad esempio il pianoro sommitale della Bullaccia (e magari anche le foreste innevate che salgono verso i rifugi Mahlknecht e Zallinger). La Bullaccia ha, però, il pregio di essere vicina e di offrire ciò di cui i nostri piccoli hanno più bisogno nell'età in cui si avvalgono ancora di vettura passeggino e motore mamma-papà: luce, sole e un paesaggio che infonde ottimismo, ecco di cosa si gode da quassù. L'altipiano della Bullaccia è tutto un susseguirsi di colline e conche innevate, tracce di lepre ovunque e una vista che non incontra ostacoli per 360°. Da una parte il colosso verticale del Sasso Lungo e il lungo crinale dello Sciliar, dall'altra i giganti coperti di neve e ghiaccio della cresta di confine, e dall'altra ancora, le vette lontane dell'Ortles e dello Stelvio.
Il percorso è facilitato dalla possibilità di prendere la seggiovia nuova che porta al rifugio della Stazione a Monte (2.100 m). Il sentiero battuto dal gatto delle nevi conduce senza alcuna fatica al rifugio Arnica (2.062 m; aperto d'inverno, 1,4 km), ma è possibile raggiungere lo stesso idilliaco rifugio anche percorrendo un anello (anche questo su neve battuta) che passa dal belvedere presso la croce “Fill” e le Panche delle Streghe.

Variante 2
Raggiunta la stazione a monte della funivia dell'Alpe di Siusi si percorre la pista battuta che, in direzione N, punta verso la croce Fill. Il percorso è quasi in piano e supera una serie di dolci colline cresciute lungo il margine orientale dell'altipiano, regalando vedute sterminate verso le Dolomiti. Il belvedere di croce Fill è un punto panoramico eccezionale sulla Val Gardena, della quale si gode una panoramica a volo d'aquila, senza dover soffrire di vertigini. Di qui la pista volge a W raggiungendo presto la sommità dell'altipiano a quota 2.174 m e subito dopo le leggendarie Panche delle Streghe. In breve discesa si arriva al rifugio Arnika che, come pochi, sa regalare la sensazione di calore e tranquillità in un luogo che sembra lontano anche dal mondo. Il ritorno al punto di partenza avviene attraverso una comoda pista battuta lunga appena 1,4 km.

Variante 1
La variante 1, più breve e quindi adatta a chi non vuole eccedere nell'esposizione del proprio pargolo alle bellezze delle Dolomiti altoatesine, percorre in andata e in ritorno il tracciato che dalla stazione a monte della funivia raggiunge il rifugio Arnica.


Testi: A. Fichera

Home
Italiano
Deutsch
Scrivici
Impressum
Privacy
Casanova

Sacco invernale Combizip Red Castle

€ 99,00
€ 89,00

Trapunta Hefel Pure Wool Medium

€ 57,00
€ 48,00

Carrozzina multifunzionale XLC Mono2

€ 459,00