Testatina
Pantofole Fellhof Trendy
€ 48,00
€ 39,00

Una carezza per i tuoi piedi. Calde e morbide pantofole in pelle di pecora. Internamente foderate in lana di pecora. Lav...

Dove dormire
Shopping
Appuntamenti
Gastronomia
Mostre fotografiche

Il sentiero dei Mulini di Terento

La strada del sole, il paese del sole, il sentiero del sole: Terento e i paesi disseminati lungo il balcone naturale che sovrasta la Val Pusteria sembrano poter guardare più lontano di tutti gli altri. Il vero segreto, però, di queste perle alpine sulle montagne del sole è l'acqua. L'acqua qui ha scritto pagine di storia, ha modellato fantastici calanchi, ha dato da vivere e ha fatto tornare chi credeva di potersi accontentare solo del mondo.

Il sentiero dei Mulini di Terento è la classica magia che salva le domeniche di tutte le stagioni. Snodandosi in direzione est-ovest lungo un altipiano posto a circa 1.000 metri, il sentiero tocca paesi da fiaba e valli secondarie, lungo le quali, insieme ai torrenti, sono nati mulini senza tempo. D'inverno la neve che alimenta queste fabbriche di ingegno contadino non regala che miseri rivoli, ma il sole rimane, basso sopra le foreste, ma capace di scaldare e di mettere di buon umore. Una tempo però, quest'acqua faceva fruttare il granaio dell'Alto Adige, tanto che ancora oggi le principali colture di cereali della provincia si trovano in Val Pusteria, così come il più importante produttore di farina, Rieper. I mulini di Terento non fornivano acqua solo ai mugnai, bensì anche a fabbri, segantini e tessitori e oggi, dopo che i mulini hanno vissuto un lungo periodo di oblio, il tutto è nuovamente fiorito fino a diventare il più importante percorso didattico sul tema dell'acqua come risorsa energetica meccanica. Ogni lunedì, a partire dal 25 maggio fino a metà ottobre, dalle 10 alle 15 e gratuitamente, è possibile assistere al lavoro del mugnaio mentre produce farina all'antica maniera.

Ma questo percorso, adatto anche per brevi passeggiate pomeridiane, tiene in serbo molte altre sorprese. I boschi che lo costeggiano sono ricchi di picchi rossi maggiori e sui pini silvestri si scorgono sporadicamente bellissimi cespi di vischio e tutto sembra conferire a questo soleggiato balcone sulle Dolomiti, una qualche magica fantasia. Persino l'acqua ha voluto mostrarsi in tutte le sue vesti, per così dire sacre e profane, alternando la sua generosa laboriosità alla sua forza distruttrice e fatale. La grande frana infatti che generò le piramidi di terra di Terento, non scese in epoche remote, bensì nel secolo scorso ed è stupefacente vedere cosa essa abbia creato in così poco tempo: le piramidi sono uno spettacolo geologico di tutto rispetto, nato da una follia della natura di poche ore e modellato nel corso di qualche lustro.
La parte alta del sentiero dei mulini si raggiunge da Terento in 45 minuti, partendo dal centro del paese verso nord. Poi è tutto un susseguirsi di vallette umide, di soleggiati terrazzi e di selve intatte. Quasi quasi si dimentica tutto, ipnotizzati dall'acqua che corre e da incessante ruotare di mulini antichi come il sole, come l'acqua, come il pane.

Da non perdere
la farina che nasce dall'acqua, ogni lunedì dalle ore 10-15 dal 25 maggio a metà ottobre.
Le piramidi di terra modellate dall'acqua

Per un piacevole soggiorno
Alberghi: Hotel Innerhofer - Gais - tel. +39 0474 504377 - e-mail: info@hotel-innerhofer.com


Foto: Archivio Associazione Turistica Terenten

Home
Italiano
Deutsch
Scrivici
Impressum
Privacy
Casanova

Loden Steinbock Mod. Innsbruck sfoderato (uomo)

€ 499,00
€ 439,00

Spirito Gallico Pinum - Dr. R÷ssler

€ 13,50

Carrozzina multifunzionale Thule Chariot Lite

€ 647,00
€ 583,00