Testatina
Maglietta Odlo Shirt s/s crew neck EVOLUTION LIGHT (uomo)
€ 45,00
€ 38,00

Maglia a girocollo e maniche corte, tubolare ultraelastica in fibra funzionale «effect». La struttura lavorata a maglia ...

Dove dormire
Shopping
Appuntamenti
Gastronomia
Mostre fotografiche
chiudi

Salite dell'Alto Adige: Passo Stelvio

altimetria

Km % media % massima
24,50 7,48 14,50
Quota iniziale Quota finale Dislivello
925 2.758 1.833

Mappa percorso
Cartina Kompass 072

Per visionare l'itinerario clickate con il mouse sopra la cartina e trascinatela nella direzione desiderata.

Giudizio su questo itinerario: stelle

Il romanzo più esaustivo, incisivo ed emozionante che sia mai stato scritto sui grandi passi alpini del ciclismo non si trova in nessuna libreria o biblioteca del mondo. È stampato su un pezzo di lamiera, scritto da dozzine di adesivi e scarabocchi di pennarello, tanto che a volte è difficile distinguere la scritta originale, indicante “Passo Stelvio” e la famosa quota di 2.758 metri. Indubbiamente è un romanzo vandalico e non si può che disapprovare chi ha voluto contribuire alla stesura, ma il messaggio di questa letteratura proibita è inequivocabile. Lo Stelvio è tante cose: un mito, un luogo di pellegrinaggio, un simbolo, un'immagine. Come quella epica del 1975, quando lo Stelvio fu tappa finale del Giro d'Italia e nell'emozionante duello finale tra Galdos e Bertoglio, si vede lo spagnolo tagliare per primo il traguardo e rimanere cupo, mentre alle sue spalle Bertoglio, pur arrivando secondo nella tappa, esulta a braccia alzate perché consapevole di aver vinto il giro. Lo Stelvio è tante cose e forse solo in ultimis è valico e itinerario ciclistico.
Pur non detenendo il primato assoluto di quota tra i valichi asfaltati delle Alpi (è al 2° posto dopo il Col de l'Iseran a quota 2.770m), la sua fama non ha uguali anche al di fuori dell'Europa.
La scalata del lato altoatesino tradizionalmente ha inizio a Prato allo Stelvio (925m), dove ci si sente quasi ancora in pianura e le pedalate verso i giganti coperti di neve sono ancora lunghe, su pendenze del 1,8 % nel primo chilometro e poi del 3,3% fino al Km 2. Da qui fino a Ponte allo Stelvio (1.117 m, Km 4,5) l'asfalto si fa più serio (6%) penetrando sempre più in una foresta dal sapore storico e mitteleuropeo fino a raggiungere Gomagoi (1.257 m; Km 6,7). La consapevolezza di affrontare la più epica delle salite arriva al più tardi al Km 8, quando la pendenza, dopo avere attraversato il ponte sul Rio Trafoi, si attesta definitivamente oltre il 7,5%. Solo durante l'11° Km si tornerà per breve tempo al 6,5%, ma dal Ristorante Rocca (1.861 m) in poi il Passo si fa conquistare al ritmo di pedalate più brevi e cattive (pendenza mai inferiore al 8% medio, con punte del 14,5%).
Nel frattempo incalza il conto alla rovescia dei tornanti. Si parte con il numero 48 a fondovalle e i numero decrescono verso la vetta, dando speranza a chi si arrampica lungo il famoso e interminabile versante E del passo. La gloria si conquista alla fine di una mitragliata di tornanti, lasciandosi alle spalle il capolavoro ingegneristico dell'asburgico Donegani, scenari incredibili a cavallo tra Tirolo e Lombardia e 25 km densi di meleti, foreste, imponenti pareti e scintillanti ghiacciai.

Vota questa salita
stella
stellastella
stellastellastella
stellastellastellastella
stellastellastellastellastella

Comprensori turistici dell'Alto Adige
Comprensori turistici dell'Alto Adige Alta Badia Bolzano Vigneti e Dolomiti Merano e dintorni Plan de Corones Sciliar-Alpe di Siusi Tre Cime Dolomiti Val d'Ega Val Gardena Val Venosta Valle Isarco
Home
Italiano
Deutsch
Scrivici
Impressum
Privacy
Casanova

Maglia Odlo Shirt l/s crew neck EVOLUTION WARM (uomo)

€ 69,90
€ 59,00

Maglia ciclismo Sellaronda by Bike quovadis.style (unisex)

€ 36,00

Maglia ciclismo "Barcode" quovadis.style (unisex)

€ 36,00