Testatina
Cuscino Hefel da lettura
€ 29,00
€ 25,00

Il cuscino da lettura HEFEL Ŕ stato progettato e testato per garantire una lettura confortevole: Ŕ infatti costituito da...

Dove dormire
Shopping
Appuntamenti
Gastronomia
Mostre fotografiche

Storia e sviluppo dell'energia in Alto Adige - Südtirol: dal 1950 al 1995

1950 – 1963 - La crescente richiesta di energia elettrica impone il potenziamento degli impianti esistenti. La tecnologia dell’epoca tuttavia ha i suoi limiti e a più riprese viene presa in considerazione la creazione di nuovi invasi artificiali in Alto Adige. La tragedia del Vajont seppellisce definitivamente l’idea di costruire nuove dighe nelle Tre Venezie.

1962 -   Inizia il processo di nazionalizzazione della produzione elettrica attraverso l’istituzionedell’ENEL e del trasferimento coercitivo ad essa delle imprese che producono, trasportano o vendono energia elettrica. Tutte le grandi società elettriche italiane operanti in Alto Adige (Edison, SADE, SIP, SME) devono vendere i loro impianti all’ENEL. Sono esclusi dal provvedimento solo gli autoproduttori e le aziende municipalizzate.



1972 -  Lo statuto di autonomia dell’Alto Adige riserva alla provincia competenze legislative in materia di gestione energetica. Il regolamento esecutivo apre la possibilità di fondare una società di produzione e distribuzione di energia elettrica provinciale. Si dovrà attendere il 1997 per arrivare al disegno di legge che consente l’istituzione della società elettrica SEL.

1990 – 2005 - In Alto Adige vengono realizzati numerosi impianti di teleriscaldamento (Brunico, Sesto, Chiusa, Prato allo Stelvio ecc.)

1992 -  Nuova inversione di rotta della politica energetica nazionale, attraverso la privatizzazione del mercato di produzione dell’energia elettrica. L’ENEL viene trasformata in spa e le sue attività trasferite su un gruppo di tre società denominate “GenCo”. Società private possono nuovamente produrre e vendere corrente elettrica su scala nazionale.

1994 -   Viene realizzato a Rasun di Anterselva il primo impianto di teleriscaldamento unito a impianto a biomassa. Nel 2004 si contano 25 impianti congiunti di teleriscaldamento e biomassa (impianti cogenerativi) e la loro espansione è in continua crescita (2005: 7 nuovi impianti in costruzione)

Home
Italiano
Deutsch
Scrivici
Impressum
Privacy
Casanova

Spirito Gallico Pinum - Dr. R÷ssler

€ 13,50

Maglia in costina equi(x)eden (Uomo)

€ 35,00
€ 29,50

Cuscino Hefel Wellness Cirmolo Wash

€ 146,00
€ 124,00