Testatina
Carrellino per bici Bob Yak Cargo
€ 485,00
€ 412,00

Carrellino per bici con telaio stabile in CroMo-Acciaio. Incluso catarifrangente, catarifrangenti per raggi, bandierina ...

Dove dormire
Shopping
Appuntamenti
Gastronomia
Mostre fotografiche

Altipiano del Renon

Cartina Kompass 54

La partenza per questa indimenticabile avventura è a nord di Bolzano. Imbocchiamo la Strada Statale o l'Autostrada del Brennero a Bolzano Nord ed usciamo a Chiusa. Sosta brevissima, perchè la meta che andremo a scoprire ci rende ansiosi di scaricare le nostre mountain-bike e pedalare gioiosamente, liberi da ogni preoccupazione, lontani dal rombo dei motori. L'Alta Via, quasi duemila metri più in alto, scende parallela al corso dell'Isarco verso Bolzano; una strada sterrata che taglia ed attraversa alpeggi da sogno, paesaggi che ricordano continuamente il lontano e selvaggio West. Invece il panorama spazia sull'Alto Adige dalle nevi eterne del confine del Brennero alle fantastiche architetture delle Dolomiti.
Da Chiusa la strada sale dolcemente verso Villandro (880 m) e sempre in macchina, seguendo le indicazioni, arriviamo al Samberger Hof (1530m) e finalmente alla Gasser Nütte dove termina la carrozzabile. Ampio parcheggio, tra una vegetazione già rada ma ancora con i forti odori dei larici e dei mughi che punteggiano qua e là verdissimi prati. Qui, lentamente, iniziamo a pedalare seguendo la strada forestale (vietata agli automezzi!) che s'inoltra pigra verso la Sella dei Sentieri - Gasteiger Saffel (2057 m) e quindi al Corno del Renon - Rittner Horn (2260 m) tetto della nostra escursione.
Il panorama ad ogni pedalata diventa sempre più bello ed al Rifugio del Corno del Renon - Rittnerhorn Haus esplode nella totalità dei trecentosessanta gradi. Abbiamo pedalato per due ore vincendo 400 metri di dislivello ed una decina di chilometri in tutto.
Ora per i nostri "cavalli d'acciaio" il divertimento diventa assoluto con una discesa fantastica tra boschi, pascoli secolari, prati e viottoli dove il piacere del mountain-bike si perpetua alI'infinito tra saliscendi e stradine sinuose immerse nel verde dei boschi per finire con un'inebriante discesa giù e giù fino a Bolzano.
Abbiamo attraversato l'Alpe di Villandro e l'Altopiano del Renon: cartina sempre alla mano per non perdere la pista, sempre numerata con segnavia (1- 4 - 2). Dal Corno del Renon però possiamo rinunciare a questa traversata (comunque facile) e se il tempo a disposizione non è l'intera giornata possiamo ritornare al puntodi partenza con la possibilità di numerose varianti da studiare con una lettura attenta. Con un po' di fantasia vivremo in entrambi i casi una nuova ed indimenticabile avventurosa giornata in mountain-bike.

ACCESSO: Chiusa - Villandro
A MEZZO: Autobrennero o S.S. 12
PARTENZA: Gasser Hütte
DISLIVELLO: in salita: 400 m. ca.; in discesa 2000 m. ca.
PERCORSO: A/R 45 km. ca.
PEDALABILITÀ: totale
PERIODO: da maggio a ottobre
TEMPO PERCORRENZA: 5/6 ore
PUNTI D'APPOGGIO: Rifugio Corno del Renon, malghe, trattorie e masi lungo tutto il percorso
LOGISTICA: organizzare seconda vettura per il recupero automezzo parcheggiato alla Gasser Hütte!
INFORMAZIONI: Az. Sogg. Bolzano (0471) 307000; Funivia del Renon (0471) 978479
CARTOGRAFIA: KOMPASS 1:50000 BOLZANO n. 54


Testi: Franco Gionco - Bike Paradise

Home
Italiano
Deutsch
Scrivici
Impressum
Privacy
Casanova

Borsa portaciclo Thule RoundTrip Transition

€ 614,88
€ 584,00

Maglia ciclismo "Barcode" quovadis.style (unisex)

€ 36,00

Lampada Lupine Piko X4

€ 282,00