Testatina
Pantofole Magicfelt La leggera (unisex)
€ 59,90
€ 49,00

Tradizionali pantofole in feltro da casa con suola anti-scivolo in pelle. Grazie alla lavorazione artigianale il feltro ...

Dove dormire
Shopping
Appuntamenti
Gastronomia
Mostre fotografiche

Castel Presule

Un modo diverso di pensare alla storia, alle fiere donne che qui trovarono la morte in nome di buie congetture d'altri tempi. Un modo romantico di vivere tutta la poesia, un pò allegra e un pò triste, delle stagioni stregate dell'Alto Adige. Castel Presule è stato testimone di molte importanti vicende dell'altipiano, ma conserva una nota di fondo che è senza tempo, quasi fosse una poesia che ognuno deve ancora inventare. Per sé e per la vita, ovunque e con chiunque essa sia.

Quando, nel 1506 e nel 1510, furono condotte al rogo davanti al castello dieci donne accusate di stregoneria, le pietre che oggi costituiscono i torrioni e le mura non erano ancora lì ad ascoltarne le confessioni. Di pietre ve n'erano altre, quelle del castello più vecchio, di cui oggi rimane, presumibilmente, solo la torre della polveriera. Le donne confessarono tutto. Confessarono tutto ciò che fu loro imposto di confessare e la gente rimase a vedere, a vedere ed ascoltare. Nessuno provò compassione, tranne qualcuno, nessuno si indignò, tranne il boia forse, ma la gente era fatta così e, a quei tempi,  veniva costretta ad assistere. Il rogo doveva essere un monito. Non rispettare le leggi e la volontà dei regnanti, secolari o temporali che fossero, era (ed è) un attacco ai precostituiti ordini superiori. Forse fu per questo che si ebbe cura di tenere le genti a mollo nell'ignoranza, ma fu proprio quell'ignoranza a segnare le sorti del castello. Quando, infatti, la dinastia dei signori di Völs-Colonna si estinse, il castello cadde quasi in rovina e allora la gente dei masi dell'altipiano andò a vedere cosa c'era dentro a quelle mura. I contadini si interrogarono su quali segreti potesse contenere quel maniero eletto dalla volontà divina. Di che tessuto erano fatti gli arazzi del potere? Ed era poi tanto diversa l'acqua che bevevano i signori, da quella con cui le presunte streghe tenevano in vita i fiori?
La gente sarà anche stata ignorante, ma non mancava d'inventiva e il pragmatico bisogno di sfamare i numerosi figli, acuì l'ingegno del fabbro, del falegname e del calzolaio. Quest'ultimo trovò interessanti le pergamene della biblioteca. Migliaia di volumi, sulle decime raccolte tra i mezzadri, sulle armi dei cavalieri ed il loro uso e non per ultime, le misure per combattere il demonio, i sabba delle streghe e le confessioni delle stesse. Non capendone una parola, si limitò ad osservare quelle tracce minute e ordinate di inchiostro e soppesò la resistente qualità della pergamena, così piacevole a contatto con la pelle. Non ebbe dubbi sull'impiego migliore e ne fece suole interne, per le scarpe scalcinate di allora.

Ecco perché di mobili originali dell'epoca non ne è rimasta alcuna traccia, ma a chi visita il castello non sono comunque precluse le emozioni dell'incontro. Dove oggi si allinea un filare di noci, si alzò un tempo il sacro fuoco dell'inquisizione. Le pietre di maso Baumannhof, di fronte al castello, portano ancora impresso il bagliore di quelle fiamme e, forse, la voce straziante di donne innocenti sacrificate per il potere, ha lasciato qualche traccia nella calce viva delle mura. Una visita a Castel Presule è sempre un momento speciale. Forse per la posizione invidiabile o per la collezione dell'armeria, in ogni caso per il calore di alcune sue stanze. Queste oggi ospitano spesso opere d'arte, ma di tanto in tanto anche qualche quartetto d'archi o letture di poesie. Cultura ed ignoranza, sono spesso unite da un sottile velo, quasi fossero l'una indispensabile all'altra.

Da non perdere
a pochi passi di distanza, in cima ad una piccola collina si alza la torre della polveriera, da cui si gode una vista straordinaria sull'altipiano dello Sciliar e le lande di Fiè

Info
Schloss Castel Prösels
Presule 21
I - 39050 Fié allo Sciliar
Tel 0039 0471 601062 - Fax 0039 0471 601010
www.schloss-proesels.it - info@schloss-proesels.it

Prezzi
- intero € 5,00
- bambini (6 – 14 anni) € 2,50
- ridotto € 4,00


Foto: Casanova

Home
Italiano
Deutsch
Scrivici
Impressum
Privacy
Casanova

Poncho Wudele (donna)

€ 185,00
€ 157,00

Carrozzina multifunzionale XLC Mono2

€ 459,00

Carrellino per bici Bob Yak Cargo

€ 485,00
€ 412,00